Itinerario di Federico García Lorca

Itinerario di Federico García Lorca

LoadingAggiungi ai Il mio Granada

 

Federico García Lorca, poeta e drammaturgo granadino ebbe gran fama in tutto il mondo. Esistono due musei nei quali si può prendere contatto con l’ambiente dell’autore: il Museo Casa-Natale di Federico García Lorca a Fuente Vaqueros, e il museo de la Huerta de San Vicente, casa estiva del poeta.

Il parco Federico García Lorca rende omaggio alla memoria dell’universale poeta in una località dove si pensa che venne assassinato il 18 agosto del 1936.

BIOGRAFIA

Poeta e drammaturgo granadino (1898-1936), appartiene alla chiamata Generazione del ‘27 ed è considerato come uno dei migliori scrittori in spagnolo del XX secolo.

Nacque a Fuente Vaqueros e iniziò la sua carriera letteraria a Granada con il suo primo libro Impresiones y paisajes (1918). Dopo la sua pubblicazione si trasferì a Madrid per continuare i suoi studi di Diritto e Filosofia e Lettere; andò vivere nella Residencia de Estudiantes (1919-1928). Nella residenza iniziò la sua amicizia con il pittore Salvador Dalí, con il regista Luis Buñuel e con il poeta Rafael Alberti. Successivamente collaborò con il poeta Juan Ramón Jiménez, con il musicista Manuel de Falla e con i membri della SAI (Società di Artisti Iberici).

Simultaneamente aveva iniziato a realizzare i suoi primi disegni ispirati al populismo spagnolo; poco più tardi confluirà nell’estetica surrealista, nello stesso modo che successe per la sua opera letteraria. Collaborò illustrando riviste come L’Amic de les ArtsLitoral e Revista de Occidente. Nel 1928, insieme a Dalí, collaborò intensamente nella rivista granadina Gallo.

Negli anni ‘30 viaggiò per tutta la Spagna come direttore della compagnia di teatro classico Spagnolo La Barraca (1932-1936), cercando di fondere classico, avanguardia e populismo. Fu anche conferenziere e compositore di canzoni.

Tra le sue opere teatrali molto importanti ricordiamo Yerma, La casa de Bernarda Alba e Bodas de sangre. Come poeta è passato alla storia con El romancero gitanoPoeta en Nueva York e Llanto por Ignacio Sánchez Mejías.

OPERA

L’eredità lorchiana è composta da molteplici opere poetiche e teatrali. La sua letteratura fonde le radici popolari e tradizionali della sua Andalusia natale (come i generi: coplas, romance, e canzoni infantili) con le novità tecniche e d’avanguardia della sua epoca (simboli che trasmettono il mondo onirico e irrazionale).

Lirica e teatro si nutrono di temi come natura, amore e morte, per trasmettere la visione personale che Federico García Lorca aveva della vita.

Amor de Don Perlimplín con Belisa en su jardín (1931) (Teatro)

Bodas de sangre (1933) (Teatro)

Canciones (1921 – 1924) (Poesia)

Diván del Tamarit (1936) (Poesia)

Doña Rosita la soltera o el lenguaje de las flores (1935) (Teatro)

El maleficio de la mariposa (1920) (Teatro)

La casa de Bernarda Alba (1936) (Teatro)

La zapatera prodigiosa (1930) (Teatro)

Libro de Poemas (1921) (Poesia)

Llanto por Ignacio Sánchez Mejías (1935) (Poesia)

Mariana Pineda (1927) (Teatro)

Poema del cante jondo (1921) (Poesia)

Poeta en Nueva York (1929 – 1930) (Poesia)

Romancero gitano (1924 – 1927) (Poesia)

Seis poemas gallegos (1935) (Poesia)

Yerma (1934) (Teatro)

Centro Cultural Medina Elvira (Teatro)

VIDEO DEL ITINERARIO

MIDE

    • The route and its orientation
    • Well-defined tracks and crossings
    • Indicates the effort required
    • Up to 1 hour of effective walking
    • Indicates the harshness of the terrain
    • Environment features some risk
    • Indicates the difficulty of the walk
    • Walk over smooth surface



Login

Registro | Contraseña perdida?