Dove dormire

Architettura sotterranea

Scavate nelle falde di ripidi colli e precipizi, le case cove sono disposte disordinatamente, attente solo al rilievo del quale formano parte e alla posizione del sole. Non esistono strade: i riferimenti urbani sono costituiti dalle gole e dagli alvei. Le costruzioni più moderne, con facciate addossate e edifici collindanti, si situano al lato di altre più tradizionali; le due strutture presentano comignoli, piazzette e atri vegetali. Però dal di fuori non si può immaginare la loro struttura interna; bisogna entrare per conoscere le sue forme, sia quelle pubbliche che quelle più intime e private.


L’achitettura sotterranea è il risultato della ricerca da parte dell’uomo di una tipologia di habitat che si avvicina sia all’ambiente nel quale vive che all’attività che svolge, per questo è fondamentale il tipo di terreno nel quale vengono scavate; alcune volte si approfitta dell’azione delle forze della natura e altre esclusivamente della mano d’opera dell’uomo.


Come succede nelle zone di Guadix e El Marquesado e Baza-Huéscar: ne El Altiplano le cove sono ubicate nelle zone aride e semi-aride, vicino ai fiumi o ai corsi d’acqua ma non in aree facilmente inondabili e nemmeno su terra fertile. Si trovano nelle falde delle montagne, nei burroni o intorno a piccole montagnette. I terreni più adeguati per la loro costruzione sono quelli morbidi ma compatti e impermeabili per garantire solidità e per evitare le infiltrazioni di umidità. I tereni più utilizzati sono quelli di argilla, marna, conglomerati, arenarie morbide, calci, sabbie e tufi.





Login

Registro | Contraseña perdida?