Orce

Informazione turisticaStoriaGastronomia

Il municipio si trova su una piccola collina tra due alvei che scendono dalla Sierra di Periarte, nell’imboccatura di un burrone. A Orce si trovano i giacimenti paleontologici più importanti d’Europa e d’Asia. In questi giacimenti sono state ritrovate prove che testimoniano la presenza umana da un milionequattrocentomila anni fa. Un’altro giacimento nel Cerro de la Virgen, che però risale a duemila anni a.C. è un villaggio dove sono state ritrovate tre fasi dell’epoca neolitica, seguite di altri strati romani, visigoti e arabi. Tra i suoi monumenti ricordiamo la Alcazaba de la Siete Torres, costruita nel XI secolo e dichiarata Monumento Nazionale nel 1973 e che attualmente ospita un museo archeologico; la chiesa di Santa Maria; il Palazzo de los Belmonte e il Palzzo de los Segura che attualmente alberga un museo archeologico. A due chilometri del centro urbano si trova la sorgente naturale di Fuencaliente, dalla quale sgorga l’acqua a una temperatura di tra i 18 e 20 gradi durante tutto l’anno. Nel Cerro de la Virgen, a tre chilometri del paese, si trova un villaggio con muraglie, con le sue corrispondenti sepolture, che abbraccia il periodo storico che va dall’anno 2.500 a.C. fino alla metà del XVII secolo.

I giacimenti archeologici indicano la presenza di insediamenti umani da un milionequattrocentomila anni fa. La fondazione di Orce risale ad un antico accampamento romano che univa la località di Cástulo con il Levante. Durante l’epoca araba, dal VII secolo, Orce appartenne al distretto di Tudmir e con il nome di Urs ed ebbe una gran presenza militare. Nel 1320 passò a far parte del Regno Nazarí di Granada e a metà del XV secolo venne conquistata da Don Rodrigo Manrique. Dieci anni dopo venne riconquistata da Muhammad X, fino a quando nel 1488 passò nelle mani dei Re Cattolici che la cedettero a Enrique Enríquez.

I suoi piatti tradizionali sono elaborati con i prodotti della macellazione del maiale. Ricordiamo gli insaccati casalinghi come il prosciutto, la lombata, salsiccia, il relleno, il morcón o il sanguinaccio. Oltre che una squisita carne d’agnello segureño. Sono tipici anche i dolci elaborati con olio, mandorle e farina.

Cerca sulla mappa

Informazione del comune:

Regione: El Altiplano: Comarcas de Baza e Huéscar
Codice di Avviamento Postale (CAP) 18858
Distanza da Granada: 105
Popolazione: 1397
Gentilizio: Orcenses
Web ufficiale: www.orce.es
Filtra per:

Alcazaba de las Siete Torres

Orce

La sua costruzione iniziò i primi del XI secolo, come delimitazione di una delle frontiere dei regni di taifas. La fortezza riceve il suo nome dal numero di torri che originariamente la componevano. Verso il 1325 la cittadella venne rinforzata [...]

Chiesa di Santa María

Orce

Chiesa edificata su un’antica moschea. La sua costruzione iniziò durante l’epoca della Riconquista. Dopo varie ristrutturazioni, a metà del XVII secolo, iniziarono i lavori di ampliazione che le diedero l’attuale aspetto. La costruzione e le opere di decorazione terminarono nel [...]

Palazzo dei Segura

Orce

Verso 1489, Don Enrique Enríquez, zio di Fernando il Cattolico, rivevette in proprietà i territori di Orce, Galera e della Sierra de los Filabres. All’inizio del XVII secolo, Don Pedro de Segura Bocanegra, della casa degli Enríquez, passò come governatore [...]

Museo della Preistoria e della Paleontologia

Orce

Racchiude una collezione completa di resti che provengono dai diversi giacimenti del municipio. Il museo possiede 3 grandi sale tematiche. La prima è riservata alla fauna, la seconda a frazioni complete di giacimenti e la terza all’industria litica e ai [...]

Palazzo dei Belmonte

Orce

Tra il 1775 e il 1776, i Belmonte-Segura fecero costruire un bel Palazzo nella Plaza Nueva. L’edificio chiamato Casa Vieja venne battezzato dalla popolazione come la Casa Grande. Gli abitanti del Palazzo furono la proprietaria Pascuala Belmonte Carreño e il [...]

Feste in onore a San Giovanni Battista (Fuente Nueva)

Orce

L’ultima domenica di maggio si celebra il pellegrinaggio della Madonna della Testa. Tutto il paese va a passare la giornata e a pranzare all’aperto al colle che ha lo stesso nome della Madonna. Si celebra una processione dal paese fino [...]

Anime e Giorno degli Innocenti

Orce

Le ‘Mesas de los Gozos’, che iniziano il 13 dicembre e finiscono la Viglia di Natale, sono una tradizione Natalizia. Queste messe si celebrano alle sei di mattina. Di pomeriggio escono le anime, un gruppo di uomini che vanno di [...]

Feste Patronali in Onore alla Madonna dei Dolori

Orce

Anticamente queste feste venivano celebrate il 15 settembre però molti abitanti del paese andarono a vivere fuori: la data si anticipò di un mese per permettere agli emigranti di poter festeggiare la Madonna durante le loro vacanze. Durante questi giorni [...]

Feste de Sant’Antonio e San Sebastiano

Orce

In queste feste si trova un inseme molto differente di personaggi e simbolismi. I personaggi, autentici animatori della festa, sono i soldati, i bellerini, il paggio, il ‘Cascaborra’ e i ‘Mori Cristiani’. Ogni giorno la festa assume un significato proprio, [...]



Login

Registro | Contraseña perdida?