Guadix

Informazione turisticaStoriaGastronomia

Come disse il geografo francese Jean Sermet: ‘Guadix è una città che non dev’essere descritta; dev’essere vista’. Si trova sul pendio nord di Sierra Nevada, nella cosidetta Hoya de Guadix, nel passo naturale che va da Levante all’Andalusia. È una città monumentale, una delle più monumentali della provincia di Granada e una delle più antiche di tutta la Penisola Iberica che conserva un ricco e grande patrimonio storico-artistico. A Guadix si trovano molti esempi di architettura religiosa e pubblica.

La cittadina è divisa in tre zone urbane chiaramente definite: la zona alta, occupata da grotte; la zona medievale, rinascimentale e barocca; e la Guadix moderna, frutto dello sviluppo urbanistico più recente. Nella singolare configurazione del suo centro urbano emergono i suoi tipici quartieri, come ad esempio quello degli Eremi o delle Grotte, con numerose case abitate incavate nella terra. Per quanto riguarda il suo ricco patrimonio ricordiamo la Cittadella araba che si trova sulla cima di una collina, dichiarata Monumento Nazionale, la monumentale Cattedrale e le numerose chiese ed eremi.

L’offerta turistica di Guadix è completa. Offre al visitatore qualsiasi tipo di alloggio: hotel, agriturismi e case-cove. Si possono praticare numerosi sport come la pesca, il canottaggio, il trekking o le passeggiate in bicicletta o a cavallo, oppure gli sport a motore, nel Circuito di Velocità di Guadix.

La zona nella quale si trova Guadix, puto d’incontro di diverse strade, venne abitata fin dall’epoca preistorica da uno degli insediamenti umani più antichi di tutta la Spagna. Sono stati ritrovati resti del Neandertal, dell’Alto Paleolitico e dell’Età dei Metalli. I fenici e i cartaginesi la chiamarono ‘Acci’ origine del nome attuale. Fu un’importante colonia romana sulle rive della Via Augusta. Giulio Cesare nel 45 a.C. le diede il titolo di colonia e la chiamò Julia Gemello Acci. Durante quest’epoca si coniarono monete con diversi valori. Durante l’epoca gotica il municipio entrò in decadenza, ma grazie al suo carattere episcopale assunse grande importanza durante i diversi concili.

I musulmani le restituirono protagonismo dandole la caratteristica struttura araba. Durante questa epoca Guadix visse periodi di splendore alternati da periodi di decadenza. Nel X secolo Abderramán III le diede gran importanza militare. Durante le guerre civili dell’ultimo periodo della dinastia nazarí si trasformò in capitale dell’effimero regno de ‘El Zagal’. Grazie all’arcivescovo di Toledo, Rodrigo González de Mendoza si trasformò in sede del governatore e luogo episcopale.

Nel 1489 venne consegnata ai Re Cattolici e i musulmani vennero mandati a vivere nelle periferie. Qualche anno più tardi i moreschi dopo la loro insurrezione vennero espulsi del municipio. Durante questo periodo alcuni esiliati tornarono a Guadix clandestinamente e costruiscono le proprie case nelle grotte. Durante le dinastie di Austrias e Borbones, Guadix si trasformò in città dell’antico regime e successivamente fu protagonista dei malcontenti contro la Corona. Nel XIX secolo, con l’invasione delle truppe napoleoniche, si successero periodi di decadenza e periodì di prosperità.

La gastronomia di Guadix mostra nei suoi piatti l’eredità delle diverse culture e popolazioni che l’hanno abitata. Risaltano piatti come la olla, il minestrone, le migas, il rin ran (con peperoni arrostiti e baccalà) e la farinata. Sulle sue tavole si trovano anche ricchi insaccati. Guadix possiede due classici gastronomici: la zuppa di peperoni di Guadix e i tocinos del cielo. Il tutto accompagnato dal vino della zone. Troviamo anche una ricca tradizione pasticcera rappresentata dalle frittelle al miele, dal riso con latte, dal budino e dalle ciambelle fritte.

Cerca sulla mappa

Informazione del comune:

Regione: Guadix e El Marquesado
Codice di Avviamento Postale (CAP) 18500
Distanza da Granada: 59
Popolazione: 20136
Gentilizio: Accitanos
Web ufficiale: www.guadix.es
Filtra per:

Convento de la Concepción

Guadix

Questo convento di francescani di clausura si trova nell’antico mercato arabo che dava accesso alla Cittadella. Attualmente è circondato da vecchie case nobiliari, perché dopo la conquista dei Re Cattolici fu la località dove andarono a vivere i gentiluomini castigliani. [...]

Convento de Santo Domingo

Guadix

La chiesa di San Michele si trova nel convento di Santa Domenica, fatto costruire dai Re Cattolici. Presenta una sola navata, quasi rettangolare; il coro si trova sulla porta di entrata. Risaltano le coperture mudéjar della navata centrale e quelle [...]

Ermitas de Gracia, Fátima y San Sebastián

Guadix

Gli eremi di Grazia e di Fatima si trovano nella zona delle grotte. L’eremo di Fatima venne costruito dall’architetto Santa Teresa e diventò una parrocchia. Si trova vicino alle Cuatro Veredas.

Iglesia de la Magdalena

Guadix

È strutturata su una sola navata con pianta rettangolare e con presbiterio nella testata. La sua facciata esterna è di stile barocco. Possiede un’immagine della Maddalena. Come testimoniano i tre archi a tutto sesto il tempio è stato costruito su [...]

Iglesia de San Agustín

Guadix

Questa chiesa di una sola navata venne costruita nel XVIII secolo. Durante la guerra d’Indipendenza ebbe la funzione di quartiere generale e rimase praticamente distrutta. Venne restaurata e utilizzata come Seminario Minore di San Torquato.

Iglesia de Santa Ana

Guadix

La costruzione di questa chiesa iniziò nel XVI secolo. La pianta è basilicale e la testata è separata dalla navata centrale. In questa chiesa si trova la scultura lignea di Santa Anna. Tra i suoi elementi più vistosi risaltano il [...]

Iglesia de Santiago

Guadix

Di stile gotico-mudéjar, venne costruita nel XVI secolo. Possiede preziosi soffitti a cassettoni, una torre mudéjar e la facciata del più puro stile plateresco. Si struttura su una pianta basilicale, con tre navate. La sua facciata è opera del maestro [...]

Iglesia y Capilla de San Torcuato

Guadix

Fondata dai Gesuiti nel XVII secolo. Venne costruita da Vicente Acero in stile rinascimentale con una magnifica facciata barocca. Ha una pianta a croce greca sulle cui braccia si trovano piccoli altari.

Madonna del Carmen

Guadix

Gli atti religiosi iniziano con la celebrazione di una novena che finisce il 14 con una grande offerta di fiori alla Madonna. Il pomeriggio della vigilia nella chiesa di San Francesco si legge il bando della festa e successivamente i [...]

Pellegrinaggio di Sant’Antonio

Guadix

La notte anteriore alla festa si accendono le cosidette ‘iluminarias’, nelle quali si bruciano simbolicamente le barbe del Santo per proteggere tutti i cittadini. Si organizza un pellegrinaggio all’ermo con carri e cavalli e si gira sette volte intorno al [...]

Feste in Onore a San Torquato

Guadix

Celebrazione di una messa pontificale presieduta dal vescovo. Le reliquie del Santo si portano in processione per la città e nella Piazza de las Palomas si offrono fave e torte tipiche.

Fiestas patronales en honor a la Virgen de las Angustias

Guadix

La devoción popular a la Virgen de las Angustias, copatrona de Guadix, desde el año 1906, se remonta al siglo XVII. Este hecho se ha venido manteniendo de forma ininterrumpida hasta nuestros días. La imagen actual, ya que la primitiva [...]

El Cascamorras

Guadix

A settembre si può assistere a una delle celebrazioni più popolari della provincia: le feste in onore alla Madonna della Pietà. Baza e Guadix da cinque secoli si disputano simbolicamente la proprietà della scultura legnea della Madonna. L’immagine venne incontrata [...]



Login

Registro | Contraseña perdida?