Escúzar

Informazione turisticaStoriaGastronomia

È un luogo eccezionale per godere della natura, con i suoi campi di cereali e gli oliveti e il suo bosco mediterraneo, immersa tra Sierra Tejeda al sud e Sierra La Pera al nord e a soli 24 chilometri di Granada. Era uno dei principali cascinali che componevano l’antica regione del Quempe che, secondo le cronache di Pérez del Pulgar, ‘vennero tutti rasi al suolo’ durante la conquista castigliana. Si trattava di Escúzar (Askudar durante l’epoca nazarí) i cui resti si trovano su una collina a sud dell’attuale località, nei contrafforti della Sierra La Pera.

Secondo i ritrovamenti archeologici, i primi colonizzatori della zona che si stanziano a Escúzar risalgono all’epoca romana. Le prime notizie documentate di questa popolazione sono di epoca araba, quando Escúzar nasce come una fattoria situata nel cammino delle case da lavoro che andava da Granada ad Alhama de Granada. Durante la Riconquista dei Re Cattolici la località soffrì le conseguenze proprie della guerra. Nel 1568 nel Regno di Granada si produsse l’insurrezione moresca. La ribellione venne soffocata e i moreschi vennero espulsi da tutti i municipi. Secondo il Censimento Reale, a Escúzar nel 1594 c’erano solo 5 abitanti. 

La località venne costruita dai colonizzatori castigliani, che arrivarono a partire dal XVII secolo, con il nome di Santa María de Escúzar. In quegli anni l’attività economica più importante era l’agricoltura del terreno arido. La sua popolazione crebbe e il suo primitivo tempio venne ristrutturato e ampliato.

Nel 1990 nel comune venne inagurato un impianto per il trattamento della celestina, un minerale usato nella fabbricazione di tubi catodici per televisori e per monitor di computer, fibra ottica e altri vetri speciali.

L’oliveto e i cereali sono le coltivazioni principali di questo municipio. Tra i suoi piatti tipici ricordiamo le insalate, le migas, il pollo, le zuppe di maimoni e panetti. Tra i dolci, il riso con latte e le uova a la nieve, il tipico gazpacho escuceño che ha come variante il pane tostato.

Cerca sulla mappa

Informazione del comune:

Regione: Poniente Granadino
Codice di Avviamento Postale (CAP) 18130
Distanza da Granada: 24
Popolazione: 785
Gentilizio: Escuceños
Web ufficiale: www.escuzar.com

PLANEA TU VIAJE

Filtra per:

Casa de los Fonseca

Escúzar

Risale al XVI secolo e si trova vicino alla chiesa.

Ermita del Cristo del Rescate

Escúzar

Costruito nel XIX secolo. Conserva un’immagine del Cristo del Riscatto.Orario di culto

Iglesia Parroquial Nuestra Señora del Rosario

Escúzar

La prima notizia che si ha di questa chiesa risale al 1563. Però è molto difficile darle una data esatta visto l’agglomerato di stili ed epoche che presenta nella sua costruzione. Nel XVIII secolo venne aggiunta la cappella maggiore e [...]

Torreón de alquería árabe

Escúzar

All’interno si conservano ceramiche e ceramiche vitree medievali..

San Marco

Escúzar

Si celebra un pellegrinaggio. È una giornata nella quale la gente del paese e quella che vive nelle zone circostanti, si reca in campagna, svolge attività all’aperto e mangia il tradizionale ‘hornazo’, una ciambella di pane con un uovo bollito [...]

Feste Patronali del Cristo del Riscatto e Nostra Signora del Rosario

Escúzar

Durante queste feste si celebrano diversi atti religiosi come messe solenni e una processione. La festa continua di notte con fuochi artificiali e la sagra popolare. Inoltre si organizzano attività ludiche come partite di calcio, cuccagne e giochi popolari.



Login

Registro | Contraseña perdida?