El Pinar

Informazione turisticaStoriaGastronomia

Il comune è formato dall’unione degli antichi municipi Pino del Valle e Ízbor; Los Pinales si estende su entrambi i versanti della Valle de Lecrín. Nel suo comune si trova lo storico ponte Tablate e il castello Venta de la Cebada.

Pinos del Valle si trova all’ombra del monte Chinchirina sulla cui cima si trova l’eremo del Santo Cristo del Zapato. La località di è divisa in due nuclei: il Quartiere Alto, dove si trova il Municipio e il Quartiere Basso dove si trova la parrocchia. A questi due quartieri bisogna aggiungere il quartiere delle Ere che gode delle migliori viste sul bacino Béznar e sul resto della regione.

El Pinar, oltre alla sua straordinaria ricchezza agricola e paesaggistica e alla sua abbondanza di sorgenti di acqua, possiede uno dei paesaggi naturali più spettacolari della regione. Si tratta dello stretto ponte, all’altezza del chilometro 37 dell’antica strada della Costa che attraversa il profondo burrone Tablate e costituisce la porta principale dell’Alpujarra.

Ancora più spettacolare è Ízbor sull’altro lato della strada. Nelle le bianche case di questa popolazione, risalta la sagoma della chiesa della Pura Concezione. Non molto distante del paese si trova il quartiere Acebuches, una località degna di essere visitata.

Nonostante siano stati ritrovati resti che risalgono a periodi precedenti all’occupazione musulmana, fu in quest’epoca quando El Pinar raggiunse una certa importanza. Di origine araba è anche il nome di Ízbor, una delle sue frazioni.

Grazie alla sua posizione privilegiata nella Valle de Lecrín, nella strada che porta da Granada alla Costa e alla qualità dei suoi prodotti agricoli, ha occupato sempre un posto importante per il rifornimento di Granada. Svolse un ruolo importante anche durante la ribellione dei moreschi nel XVI secolo. Soffrì le conseguenze della riconquista che portarono all’espulsione dei ribelli e allo spopolamento quasi totale della località. Attualmente, allo stile dell’amministrazione dell’epoca andalusí, come se trattasse di una taha, è formato da due nuclei urbani: Pinos del Valle e Ízbor.

In questo municipio si trovano grandi piantagioni di mandorle che vengono utilizzate in molti stufati, minestre e dolci. La frittata di fave, a base di fave, uova, cipollotti ed olio di oliva, è uno dei piatti più caratteristici di El Pinar.

Cerca sulla mappa

Informazione del comune:

Regione: Alpujarra e Valle de Lecrín
Poblaciones del municipio: Pinos del Valle, Ízbor
Codice di Avviamento Postale (CAP) 18660
Distanza da Granada: 45
Popolazione: 1125
Gentilizio: Izboneros o pineros
Web ufficiale: www.elpinar.es

PLANEA TU VIAJE

Filtra per:

Chiesa dell’Immacolata

El Pinar

Si trova nel quartiere Basso di Pinos del Valle. Venne costruita tra il 1561 e il 1566. Venne restaurata in un secondo momento perché durante la rivolta moresca soffrì gravi danni. Possiede una pianta a croce latina, una volta a [...]

Eremo del Santo Cristo del Zapato (della Scarpa)

El Pinar

L’eremo venne costruito verso 1925. Si trova sul colle Chinchirina. Il Cristo si chiama in questo modo perché ai suoi piedi è dipinta una scarpa. Il 3 maggio si realizza un pellegrinaggio all’eremo al quale patecipa gran parte il paese [...]

Eremo di San Sebastián

El Pinar

Si trova nel Quartiere Alto di Pinos del Valle e venne costruita i primi del XIX secolo su un antico eremo del XVII secolo. È considerato come uno degli esempi più rappresentativi dell’architettura neoclassica nella provincia granatina. È di pianta [...]



Login

Registro | Contraseña perdida?