Diezma

Informazione turisticaStoriaGastronomia

Decima si trova su una pianura ai piedi della Sierra della Yedra, a 1.233 metri di altitudine. Questa località offre meravigliose su Sierra Nevada ed è per questo motivo che è conosciuta anche come ‘ Il Belvedere di Sierra Nevada’. Una parte del suo comune rientra nel Parco Naturale del Sierra di Huétor dove si può praticare trekking, ciclismo e scalata soprattutto nella zona del Castello di Cabrera. Per quanto riguarda il suo patrimonio naturale ricordiamo la Cueva del Agua che è una grotta naturale con stalattiti e stalagmiti. La località è caratterizzata da un clima mite in estate e freddo in inverno. L’economia del municipio è basata sull’agricoltura, soprattutto sulla coltivazione dell’olivo. Diezma conserva un centro storico molto caratteristico con strade strette, labirintiche, basate su una struttura urbana che conserva le origini e la tipologia araba.

La sua origine risale all’Impero Romano, quando era conosciuta come foresteria per i viaggiatori che andavano da Acci a Iliberis sulla Via Augusta. Il suo toponimo si riferisce alle divisioni di proprietà, concretamente alla decima, un’imposta religiosa che veniva pagata alla chiesa, normalmente era la decima parte dei prodotti agricoli della località. Durante l’epoca araba rimase fuori dalla Via Agusta e si trasformò in un cascinale denominato Dexma. Durante questo periodo soffrì numerose incursioni zirí e offensive cristiane portate a capo da Alfonso VI di Castiglia. Da qui le truppe cristiane cercavano di circondare Guadix e accedere a Granada. I Re Cattolici conquistarono la zona nel 1490. Le terre vennero concesse metà a Luis Giral e metà Juan de la Cueva. Ma nel 1536 Luis Giral comprò le terre di Juan de la Cueva e e creò il Maggiorasco di Diezma. Dopo questi episodi da semplice locanda diventa un municipio autonomo. Si inizia a parlare di Diezma nel sinodo di Guadix e Baza. Nel XIX secolo in questa località si stanziarono le truppe francesi.

A Diezma sono molto famose le pernici in salsa o marinate, i formaggi artigianali e le acquaviti che elaborano gli abitanti. La sua gastronomia è marcata dalla tradizione cucina moresca. Tra i suoi piatti tipici ricordiamo la farinata, gli arrosti d’agnello, il prosciutto e il gazpacho. Durante la festa di San Blas al visitatore vengono offerte le famose ciambelle.

Cerca sulla mappa

Informazione del comune:

Regione: Guadix e El Marquesado
Codice di Avviamento Postale (CAP) 18180
Distanza da Granada: 40
Popolazione: 860
Gentilizio: Diezmeros o Diezmaritas
Filtra per:

Casa del Marquesado de Diezma

Diezma

È una casa-palazzo, un edificio avito, del XVIII secolo. La facciata possiede una gran porta composta da archi a tutto sesto. Sulle finestre e sui balconi si trovano grate artistiche. La Casa del Marchesato di Diezma si trova nella piazza [...]

Iglesia de Nuestra Señora de la Anunciación

Diezma

Venne costruita nel 1545 e dedicata a Nostra Signora dell’Annunciazione ma dopo la ricostruzione nel XVIII secolo venne dedicata al Santo Cristo della Fede. Ha una pianta rettangolare e una sola navata. Possiede una torre di stile mudéjar che venne [...]

Castillo de Cabrera

Diezma

Questa costruzione di epoca araba si trova nella parte più alta del corso del fiume Fardes. Si conservano resti di muri composti da pietre di gran dimensione. Si trovano anche i resti di una probabile cisterna e frammenti di stuccatura [...]

Los Bañuelos

Diezma

È una sorgente di acque termali, scelta da molti abitanti e forestieri per rilassarsi e come luogo di svago.

San Blas

Diezma

Il Pellegrinaggio a San Blas generalmente si svolge il primo fine settimana di febbraio. Sono tipiche la ‘ciambella grande di San Blas’ (preparata dai maggiordomi che la offrono alle persone che aiutano a portare il santo al colle) e le [...]

Festa di Sant’Antonio

Diezma

La notte di Sant’Antonio, il 16 gennaio, se festeggia con falò. I paesani si riuniscono intorno al fuoco e bruciano i tradizionali ‘manchos’, ovvero le torce di sparto. La generosità dei paesani invita a mangiare e a bere chi passeggia [...]

Santissimo Cristo della Fede

Diezma

Queste feste patronali, che durano quattro o cinque giorni, includono due processioni del Cristo della Fede per le strade del municipio. Una processione è molto veloce mentre l’altra dura circa quattro ore e si percorre un chilometro. Durante questa processione [...]



Login

Registro | Contraseña perdida?