Cástaras

Informazione turisticaStoriaGastronomia

Il comune di Cástaras fa parte del Parco Naturale di Sierra Nevada e si trova sul suo versante meridionale. A Cástaras appartiene anche il villaggio Nieles. Questa nascosta e preziosa località è senza dubbio una delle più sorprendenti della regione, ma allo stesso tempo anche una delle più castigate dall’emigrazione. La sua urbanistica è quella tipica dell’Alpujarra con case bianche e strade ripide e adattate al terreno. I panorami che si contemplano da qualsiasi punto della località sono magnifici.

Uno dei luoghi con più incanto sono le antiche Miniere El Conjuro sia per la spettacolarità del giacimento che venne abbandonato pochi anni fa, che per l’incredibile panorama. Da qui si domina la valle di Trevélez e l’esteso territorio di La Tahá e Busquístar.

Agli abitanti piace ricordare il soprannome di ‘orto addormentato tra pietra e acqua’ con il quale viene citato Cástaras negli archivi Municipali, una giusta definizione che fa riferimento al terreno scosceso, all’abbondanza di acqua e alla frondosità della sua vegetazione.

Nieles si trova ai piedi del Cerro de las Alfanjías, a mille metri sul livello del mare e con ottime viste sulla valle del fiume Guadalfeo e sul Cerrajón de Muertas.

La località è origine araba e raggiunse molta importanza come nucleo di popolazione grazie alle miniere di ferro de El Conjuro, sfruttate fino a pochi anni fa e altre di mercurio che vennero chiuse veso la metà del XX secolo.

Dopo la Riconquista dei Re Cattolici, Cástaras passò nelle mani cristiane. Verso la metà del XVI secolo ebbe luogo l’insurrezione moresca, che terminò con la loro espulsione dal municipio. Anni più tardi il paese venne ripopolato con coloni di altre regioni.

L’emigrazione ha ridotto drasticamente il numero di abitanti di Cástaras. Negli anni ‘70 l’esodo massiccio dei suoi abitanti alla ricerca di lavoro in altre località spagnole, ha portato alla chiusura di due terzi delle case.

A Cástaras si elaborano eccellenti insaccati soprattutto prosciutto, salsiccia, sanguinaccio e salame. Tra i piatti più saporiti ricordiamo il capretto all’aglio cabañil e il remojón. Il minestrone di castagne è un dolce tipico anche di altri comuni della zona.

Cerca sulla mappa

Informazione del comune:

Regione: Alpujarra e Valle de Lecrín
Codice di Avviamento Postale (CAP) 18439
Distanza da Granada: 100
Popolazione: 251
Gentilizio: Castañeros
Web ufficiale: www.castaras.es

PLANEA TU VIAJE

Filtra per:

Chiesa Parrocchiale di San Michele

Cástaras

Chiesa mudéjar del XVI secolo. Presenta una navata rettangolare e la cappella maggiore con pianta quadrata divisa da un arco principale. La alta torre con orologio e campane si trova sul davanti della chiesa. I muri vennero costruiti con la [...]

Eremo della Madonna di Fatima

Cástaras

È costruito nella roccia calcarea, presenta una facciata di muratura di pietra e conci sugli angoli, coronati da rifiniture piramidali. L’interno è composto da una stanza bianca e quadrata nella quale si trova un tavolo che sorregge l’immagine della Madonna [...]

Madonna di Fatima

Cástaras

Durante questo giorno si realizza un Pellegrinaggio nei dintorni della località per onorare la Madonna di Fatima, il cui ermo si trova all’uscita di Cástaras andando in direzione a Nieles. Si tratta di una cappella scavata nella roccia calcarea. La [...]

San Bartolomeo

Cástaras

San Bartolomeo è il patrono di Nieles, annesso di Cástaras. Durante le feste in onore al santo si celebrano diversi atti festivi.

‘Chiscos’ di Sant’Antonio

Cástaras

Durante la notte di Sant’Antonio si accendono enormi falò per celebrare la festività del santo.

Feste in onore a San Blas

Cástaras

Queste feste si celebrano a Nieles, località annessa a Cástaras. Le donne manufatturano i ‘listones’ (che sono collane fatte di lacci), che vengono bollati dal Comune e benedetti dal prete. Le collane si vendono e la gente le mette durante [...]

Feste dei Santi e della Castagna

Cástaras

A novembre a Cástaras si celebrano sia la festa dei Santi che quella della Castagna. Durante queste feste si accende un grande ‘chisco’ (falò), accompagnato da una ‘mauraca’, che sono le castagne alla brace.

Feste in onore a San Michele

Cástaras

Da molti anni le feste patronali vengono celebrate ad agosto (invece che il 29 settembre) per approfittare dell’affluenza della gente che torna in estate al paese. L’immagine di San Michele viene portata in processione insieme a quella di Sant’Antonio. La [...]



Login

Registro | Contraseña perdida?