Benalúa de las Villas

Informazione turisticaStoriaGastronomia

Questo comune si trova sulla zona occidentale della Hoya de Guadix; ai piedi di una piccola collina prossima al fiume chiamato de las Juntas. Il fiume che attraversa il suo comune, va da Campotéjar e prosegue in direzione al comune di Colomera dove sfocia nel suo piccolo bacino. La sua orografia è composta da catene montuose, pianure, fiumi e valli. Risalta la singolarità del suo centro urbano; nel suo municipio si trovano i resti di un villaggio íbero.

Nella zona sono stati ritrovati resti archeologici che portano a credere che la località venne abitata da íberi. Sono stati ritrovati anche resti dell’Impero Romano, come alcune monete e il busto dell’imperatore Traiano. Durante l’epoca araba la località ebbe gran importanza poiché si trovava in una posizione strategica: tra i regni di Granada e Jaen. Dopo numerose lotte nella zona, nel 1486 venne conquistata dai cristiani. Successivamente venne nominata cittadina e consegnata al gran maestro di campo Fernán Sancho del Cañaveral che fondò sul suo territorio il maggiorasco di Benalúa e diede origine a uno dei titoli nobiliari più significativi della storia della provincia, quello dei conti di Benalúa. Uno dei membri più illustri del maggiorasco, il duca di San Pedro Galatino, promosse, nei primi anni del XX secolo, alcune delle opere architettoniche e di ingegneria più rappresentative di Granada, come l’hotel Alhambra Palace, l’ormai scomparso tram che portava a Sierra Nevada e la strada che porta alla cima del Veleta. Durante alcuni anni Benalúa de las Villas soffrì lo spopolamento massiccio fino a quando venne occupata da coloni provenienti da altre parti del regno.

A Benalúa de las Villas si producono cereali e olio di oliva. Ricordiamo anche le sue eccellenti ciliegie, che si mettono in conserva, con acquavite o con sciroppo, per poterle assaporare durante tutto l’anno; e le ciambelle all’uovo che si preparano per Natale. Questa località è famosa anche per le migas e per i sanguinacci.

Cerca sulla mappa

Informazione del comune:

Regione: Poniente Granadino
Codice di Avviamento Postale (CAP) 18564
Distanza da Granada: 36
Popolazione: 1319
Gentilizio: Benalueños
Web ufficiale: www.benaluadelasvillas.es
Filtra per:

Iglesia Parroquial de Nuestra Señora de la Encarnación

Benalúa de las Villas

Il tempio è dedicato a Nostra Signora dell’Incarnazione. Venne costruito a metà del XX secolo in sostituzione a uno altro più antico.

Yacimiento arqueológico del cerro del Cántaro

Benalúa de las Villas

Questo giacimento archeologico si trova sul colle del Cántaro, a circa due chilometri dal centro urbano. In questo luogo sono stati ritrovati resti che risalgono all’epoca íbera; sono stati ritrovati anche resti di mulini e di utensili per l’agricoltura; dell’epoca [...]

Feste in onore a San Sebastiano

Benalúa de las Villas

Anche se la festa del Santo si celebra con gli atti liturgici il 20 gennaio, da molto tempo le feste popolari sono state spostate all’ultimo fine settimana di agosto. Il programma delle feste include il bando (la notte del giovedì), [...]



Login

Registro | Contraseña perdida?