Beas de Granada

Informazione turisticaStoriaGastronomia

Beas de Granada si trova a pochissimi chilometri della capitale e fa parte del Parco Naturale della Sierra di Huétor. È una zona di montagna, immersa tra grandi boschi di querce e di lecci. Ha un altitudine di 1.071 metri sul livello del mare ed è circondata da colline che la nascondono dalle vicine popolazioni. Il suo paesaggio è uno dei più privilegiati della capitale e offre splendide viste che danno a sud, verso Sierra Nevada. I suoi quartieri conservano la personalità moresca e nella struttura urbana si trova l’eredità dell’architettura delle antiche case signorili.

L’origine di Beas de Granada risale all’epoca dell’Impero Romano. I documenti più  antichi la ubicano nella carreggiata romana verso Acci, proprio per questo il suo nome proveniene dal termine latino Viax. Dato che si trovava nell’incrocio di più strade, nacque come ufficio postale e località di approvvigionamento e riposo. Grazie alla sua posizione strategica ebbe una gran importanza durante l’insediamento romano. Fu un luogo di passaggio obbligato per viaggiatori, militari e mercanti. Con la dominazione araba si trasformò in un cascinale nel quale risiedevano una ventina di famiglie che avevano le case ai piedi del castello, del quale oggi non rimane nessun resto. Era un cascinale che aveva forti relazioni con Granada. La sua popolazione si dedicava all’agricoltura di terreno arido e al fiorente commercio del gelso per la produzione della seta. Dopo la Riconquista le terre e case di questo municipio vennero date una parte a Francisco de Bobadilla e un’altra parte ai moresci. Ai moreschi vennero imposte numerose tasse: si ribellarono ma vennero espulsi dalla località. Durante la rivolta venne bruciata una parte della chiesa. Il municipio venne ripopolato con coloni provenienti dalla Castiglia, da León, delle Asturie e  della Galizia.

Le insalate di fagioli bianchi, di porri e il purè di cipolle, insieme alle mineste di ceci e grano sono alcune delle ricette tipiche di Beas de Granada. Normalmente nei suoi menù si trovano anche le costolette di maiale con i funghi, le costolette d’agnello, le granadinas di vacca e i rodillos di vitella. Nella gastronomia di questo municipio sono presenti anche le ricche minestre della zona. Esiste una grande tradizione vinicola che si riflette nelle festività e nei concorsi del vino mosto.

Cerca sulla mappa

Informazione del comune:

Regione: Granata e l’ambiente circostante
Codice di Avviamento Postale (CAP) 18184
Distanza da Granada: 20
Popolazione: 1069
Gentilizio: Beatos
Web ufficiale: www.beasdegranada.es

PLANEA TU VIAJE

Filtra per:

Chiesa parrocchiale dell’Immacolata

Beas de Granada

Principale monumento della località. L’origine di questo tempio risale al 1530-1540 e venne costruito su un’antica moschea. La chiesa è composta da una navata rettangolare, cornicioni e facciata di bugnato. Il campanile si trova all’inizio della navata. La chiesa ha [...]

José Medina García

Beas de Granada

Artesanías Medina

Feste del mosto

Beas de Granada

La festa è organizzata dal Club Sportivo e Culturale Amici di Beas. Il giorno dell’Epifania si celebra un assaggio-concorso dei vini mosto della località. Sono vini di ultima produzione e sono elaborati artigianalmente come nella tradizione della zona. L’assaggio si [...]

Madonna del Pilar

Beas de Granada

Durante questa festa si celebra un Pellegrinaggio all’ermo di El Colmenar, dove da un secolo si venenra ‘la Pilarica’. La sua immagine si pota in processione tutti gli anni. Al Pellegrinaggio partecipano anche gli abitanti di Huétor Santillán, devoti a [...]

Feste patronali in onore a San Rocco

Beas de Granada

Le feste patronali in onore a San Roque si celebrano nel mese di agosto. Durate queste feste si sceglie la Regina del paese e si organizzano una processione e una sagra popolare. Inoltre il programma della Settimana Culturale oltre ai [...]



Login

Registro | Contraseña perdida?