Atarfe

Informazione turisticaStoriaGastronomia

Si trova ai piedi della Vega di Granada. Il comune di Atarfe possiede zone agricole e zone montagnose. In questa località si trovano i resti di Medina Elvira, la popolazione sviluppata tra il VIII e XI secolo sull’antico Iliberis romano e considerata il germe della città di Granada. La fondazione di Elvira si produsse pochi anni dopo l’entrata delle truppe arabo-berbere che si trovarono di fronte alle rovine dell’antico Iliberis. Questa antica capitale della regione, l’Iliberis romana, Eliberri visigota, era popolata da mozarabi ed ebrei che per colpa di lotte interne furono obbligati ad abbandonare la località e a fortificarsi nelle zone vicine all’attuale Granada, concretamente nel quartiere dell’Albaicin e dell’Alhambra. A questo fatto storico si deve la relazione storica tra la Medina Elvira con l’Albaicín, dove sono state ritrovate numerose rovine e iscrizioni relative a Iliberis. La conclusione è che l’attuale città di Granada è una continuazione di quella che una volta fu Iliberis. Pertanto la vecchia Granada romana e musulmana esisteva già con la vecchia Iliberis che probabilmente era più potente e politicamente più significativa.

La località venne popolata durante l’epoca Neolitica. Da qui passarono anche gli iberi, i romani e i visigoti. Si conosceva come Elvira e fu la capitale della Cora (distretto amministrativo) di Elvira durante il Califfato di Cordova. Nel XI secolo la dinastia Zirí trasferì la corte a Granada. La località perse il suo potere politico e si produsse un’emigrazione massiccia alla nuova capitale. Nel 1485 i Re Cattolici distrussero la città. Verso la metà del XIX secolo questa popolazione riapparve grazie al ritrovamento di numerosi resti romani e arabi.

Atarfe è caratterizzata dalla sua ampia offerta gastronomica che si unisce alla ricca tradizione nelle coltivazioni di verdure, ortaggi e legumi. Nei suoi piatti è presente il sapore dell’eredità araba, alcuni esempi sono i bolliti, le frittate di fave e il gazpacho. Tra le ricette con storia ricordiamo l’insaladilla de la Sierra, che si preparava quando si andava in gita in montagna e per le feste del comune e le patate en columpio. Per quanto riguarda i dolci  Atarfe offre i tirabuzones ripieni di budino e i flores.

Cerca sulla mappa

Informazione del comune:

Regione: Granata e l’ambiente circostante
Codice di Avviamento Postale (CAP) 18230
Distanza da Granada: 11
Popolazione: 12919
Gentilizio: Atarfeños
Web ufficiale: www.ciudadatarfe.com
Filtra per:

Chiesa Parrocchiale di Nostra Signora dell’Incarnazione

Atarfe

Questo tempio che venne costruito sulla moschea di Xini, come testimonia il ‘Libro di Hábices’, è una chiesa con pianta rettangolare, di tre navate disuguali e sette altari. L’altare maggiore presenta un tabernacolo di pietra che risale al 1818. La [...]

Eremo dei Tre Giovanni

Atarfe

Si tratta dell’edificio di carattere religioso più famoso del patrimonio locale. Si trova sul Colle del Castellejo, nella Sierra Elvira. L’eremo dei Tre Giovanni venne innalzato nel 1941 e deve il suo nome all’intenzione di dedicarlo a San Giovanni Evangelista, [...]

Eremo di Santa Anna

Atarfe

L’eremo di Santa Anna ha una struttura molto più modesta di quella della chiesa parrocchiale ma non poca tradizione religiosa. Si trova su una piccola collina nella zona a nord-ovest dell’antico centro urbano. Venne costruita sul convento dell’ordine di San [...]

Feste in onore alla Madonna del Carmen (Sierra Elvira)

Atarfe

Si realizzano sfilate e la processione della patrona accompagnata dalla banda ‘Amigos de la Música’ di Atarfe. Si offrono fuochi artificiali, sagre popolari, degustazioni di ‘tapas’, giochi, concorsi e l’elezione della regina delle feste. La notte più aspettata è quella [...]



Login

Registro | Contraseña perdida?