Monumenti

Monastero della Cartuja

LoadingAggiungi ai Il mio Granada

La costruzione di questo monastero iniziò nel 1506 e nella sua costruzione si fusero gli stili gotico, rinascimentale e barocco. Il suo tempio, Sancta Sanctorum e la sua Sacrestia sono all’auge del barocco andaluso e spagnolo. Il Monastero, dichiarato Bene di Interesse Culturale, conserva una preziosa collezione di dipinti del certosino Sánchez Cotán e anche le opere di Bocanegra e di Carducho.

La Chiesa venne portata a termine agli inizi del XVII secolo dallo scalpellino Cristóbal de Vílchez e presenta una sola navata. La sua facciata, di marmo grigio con due grandi colonne ioniche, venne realizzata nel 1794 da Joaquín Hermoso. La la porta che divide i cori, realizzata da José Manuel Vázquez, presenta incrostazioni di avorio, tartaruga marina, argento, ebano e palosanto.

Il Sancta Sanctorum si trova dietro l’altare maggiore e vi si accede per mezzo di una bella porta di vetro di Venezia. L’antico sagrario era d’argento e venne saccheggiato dalle truppe napoleoniche. L’attuale, intagliato in legni nobili, risale al 1816. I quadri che narrano gli episodi dell’Antico Testamento sono di Palomino, che, con l’aiuto di Risueño, nel 1722dipinse anche la cupola.

La Sacrestia, considerata come una delle opere più importanti della fine del barocco spagnolo, ha una pianta rettangolare ricoperta da una volta a botte. Lo zoccolo è di marmo di Lanjarón e i cassettoni sono opera del certosino J. Manuel Vázquez che li portò a termine dopo 34 anni di lavoro.

La Certosa fu abitata fino a 1836, fino a quano con l’alienazione di Mendizábal, vennero confiscati ai monaci i loro i terreni e i loro beni.

 

Come arrivare: Autobus N7

Dati Generali

Regione: Granata e l’ambiente circostante
Località: Granada
Indirizzo: Paseo de Cartuja, s/n
Codice di Avviamento Postale (CAP) 18012

Contatto:

Telefono: 958 161 932
Web: www.archidiocesisgranada.es/index.php/patrimonio-cultural/la-cartuja
Se sei il proprietario di questo allogamento, puoi registrarti e modificare i tuoi contenuti.


Login

Registro | Contraseña perdida?